VHS - Live Studio Session

by Dade City Days

supported by
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €8 EUR  or more

     

1.
03:24
2.
3.
04:10
4.
03:40
5.
04:10
6.
7.
04:16
8.
05:50
9.
03:32
10.
05:09
11.

credits

released December 10, 2016

tags

license

all rights reserved

about

Dade City Days Bologna, Italy

a land where all things are perfect and poisonous

contact / help

Contact Dade City Days

Streaming and
Download help

Redeem code

Track Name: Slow Motion
non siamo eroi

è di scheletro
la tua maschera,
è solo vanità,
si sfalda

cedi alla realtà,
ti logora
distorta

in slow motion
trascolora
l'eyeliner
in slow motion
nel torpore
scivolo

disinnesca la rabbia
disilludi in rallenty
intossica la nausea
incubi blu d'insonnia

spiegami il senso dell'essere
senza di te incantevole
Track Name: Preghiere & Decibel
nubi elettriche si sfaldano in forme distopiche,
contrattacchi il panico come se fosse estraneo,
piogge di meteore
a incentivare sogni inutili

collaudando frenesie tra luci stroboscopiche,
noncurante nuoti dentro a un plenilunio tossico,
ninne nanne e nenie
nell'eco di volumi illeciti

tra preghiere e decibel

riavvolgendo VHS di epoche non sature
riconosci a stento la tua sagoma scheletrica,
contro cieli pallidi
scorrono incubi erotici

tra preghiere e decibel

e tutte le cose che non vuoi più
tutte le cose che non vuoi
tutte le cose che non vuoi più
tutte le cose che non vuoi
Track Name: Siderofobia
tedio sintetico in
un hangover cronico per
misconoscere lo spleen

nervosismo instabile tra
crisi e barbiturici che
non conoscono nostalgie,
mascherano malinconie
cosmiche

la tua condanna,
il tuo contagio
è l'STBO

come una Jean Seberg in
bianco e nero torbido che
occulta scenari color
carminio
caotico
crollo

la tua condanna,
il tuo contagio
è l'STBO
Track Name: Polaroid
artiche armonie
ti rincuorano
e non ti accorgi che
c'è solo disordine

in vortici
distonici

le abitudini
intercettano l'istinto
e non ricordi com'è
elettrizzarsi
e non ricordi com'è

sarà sempre più difficile
riconoscersi simili
oltre lo schermo,
vestiti di bianco e maschera
pallori anonimi
melanconici

e cadi se cadi, se cadi
puoi imparare a perderti

confondimi
sussurrandomi

e cadi se cadi, se cadi
puoi tornare a sorprenderti
Track Name: Luna Park
noia, luci al neon, carillon
volo tra liquide alchimie, tremo
Héloïse, ti prego vestimi d'inchiostro acido

Schiele cullami, di miele sa
il tuo veleno, il tuo congedo serico
non è la cura, non è l'arsenico

narcosi ed estasi
dentro ad un luna park
non ti proteggerei
da me, da me

non è non è non è l'arsenico
non è non è il delirio
non è poi così tragico
non è non è non è l'antidoto
non è non è Andy Warhol
non è sul palcoscenico

se muoio
se muoio
di noia
mi ammalio
se muoio

non è non è non è l'arsenico
non è non è il delirio
non è poi così tragico
non è non è non è l'antidoto
non è non è Andy Warhol
non è sul palcoscenico
Track Name: Dade City Days
ghiaccio mimico
scivola e scolpisci lei,
per me danzerà,
ibernala

neve su di lei
racconterà ancora di noi,
freddo non ne ho avuto
mai

solo con me
le mie mani di forbice
stilizzate sui muri che
riflettono le mie ombre

solo con me
le mie mani ormai ruggine,
raggi neri di vertigine
disegnati dalla polvere

sogno ciclico
mi tormenti più che mai,
tornare da lei
non so

fiocchi intorno a noi
da un cielo senza nuvole
finché rivivrà
in me

senza di te
immortale, infrangibile
ma tu mi disarmi
ma tu mi disarmi

sogno di te,
la tua pelle intangibile
che vorrei sfiorare
senza farti sanguinare

ti vorrei sfiorare senza farti sanguinare
ti vorrei sfiorare senza farti sanguinare
Track Name: Jukai
occhi cremisi,
spasmi di vitalità
nebbia infondimi
solo tranquillità

corda rossa, no,
non mi illudere
stringiti a me,
non temere

non sorprendi
se mi cercherai
sciogli il nastro,
perditi in Jukai

guarda gli alberi
verso ovest,
il tramonto in sottofondo
Track Name: Fernweh
anacronistico
il tuo esserci,
raccolgo souvenir
dei tuoi addii cronici

dipingi su di me
linee Pollock
solitudini geometriche
e non è vero che dormi

il tuo esserci
odora di Fernweh

disegna su di me
ferrovie nuove
come in un oblio, una metropoli
e non importa che torni

trovami un addio
che non sia folle
Track Name: Benzedrina
leccami sulle mie ferite aperte,
staccati dalle mie assurde idee,
svegliati, non sei solo tu ad accogliermi
anche quando fuori è buio
non sei sempre tu quel che ho

ho
ho

legami, solo un'altra volta giuro
toccami, stasera sono chi tu vuoi,
scordati quel che mi stai facendo
perché all'orizzonte sorge ora
un nuovo giorno assai diverso

con me, a occhi chiusi
con me, a fari spenti
con me, senza paura
con me, con me

la notte sai corre con noi,
corre con noi, corre con noi
la notte sai corre con noi,
corre con noi, corre con noi
Track Name: Lurex
nessuna luce seduce l'essenza della tua esistenza
dolce creatura divori la diafana pelle ormai spenta
danzando scavi la fossa nell'ultima notte perversa
cerchi nell'arte il senso di una morte stravagante

vorrei un duplice primo piano con il trucco sfatto
e le lacrime fino al mento, fino al mento
il peso di un corpo tradito sospeso non sarà lieve
il peso di un corpo tradito sospeso non sarà lieve

strapperai lurex
senza chiederti mai
perché

sguardi malsani si avvolgono di petali voluttuosi
grida strazianti di grassi maiali non talentuosi
il peso di un corpo tradito sospeso non sarà lieve
il peso di un corpo tradito sospeso non sarà lieve

strapperai lurex
senza chiederti mai
perché
Track Name: Fair Play (feat. Marcello Michelotti)
basta sia reciproco
anche senza dirselo,
guarda com'è nitido stanotte
questo nostro fair play

poi di colpo acceleri
e capisco che mi perderei
e crollan tutte le domande
se poi resti

sorridi al niente come a intermittenza
e mi racconti che non era il momento per noi
dimmi solo come quando e dove ti ritroverò
e non avrà più importanza chi saremo né dove

there’s something in the air,
something in the air
and it’s not love